Seguici anche su Facebook...

Lunedì, 29 Aprile 2013 14:11

1° Maggio a Fiumicino tra innovazione e tradizione

Il Primo Maggio si celebra la Festa dei lavoratori, ricorrenza nata a fine XIX secolo e da anni occasione di gite fuori porta e bagni al mare di inizio stagione.
La Festa del Primo Maggio è il simbolo della lotta internazionale per i diritti dei lavoratori. A lanciare l’idea fu il congresso della Seconda Internazionale riunito a Parigi nel 1889, durante il quale si decise di organizzare una grande Manifestazione “per una data stabilita, in modo che simultaneamente in tutti i paesi e in tutte le città, nello stesso giorno, i lavoratori chiederanno alle pubbliche autorità di ridurre per legge la giornata lavorativa a otto ore e di mandare ad effetto le altre risoluzioni del Congresso di Parigi".

Mare o classica scampagnata? Ecco dove mangiare meglio all'aperto

Il Primo Maggio Roma e il litorale laziale diventano lo scenario di moltissime iniziative e occasioni per conoscere il nostro territorio e la sua enogastronomia.
Probabilmente la prima cosa che vi sarà venuta in mente pensando al 1 maggio a Roma è il famosissimo concerto organizzato in piazza a San Giovanni dove ogni anno si raccolgono migliaia di persone per ascoltare le star della musica italiana ed internazionale.
In molti però sceglieranno di approfittare delle belle giornate primaverili per una bella gita fuori porta e un pranzo all’aperto. Il comune di Fiumicino vanta una molteplicità di possibilità tra le quali scegliere grazie alla sua estensione geografica: campagna aperta, pineta, boschi, Riserva Naturale, spiaggia, porto turistico, città.

Nel nostro entroterra si può iniziare la giornata con una bella escursione tra le colline e le radure di Torrimpietra e Aranova o una passeggiata nel caratteristico borgo di Maccarese. Per godervi a pieno la giornata potreste approfittare dei golosi menu preparati dai ristoranti e trattorie di queste zone e, perché no, dedicarvi ad un pranzo a base di piatti tipici della tradizione culinaria romana (tra cui l’immancabile fave e pecorino DOP).
Una proposta alternativa alla classica scampagnata è senza dubbio il 1 maggio al mare; le spiagge di Fiumicino, Fregene, Maccarese ed Ostia rimangono anche quest’anno tra le mete più gettonate dove prendere il primo sole e rilassarsi davanti ad un buon bicchiere di vino.
Gli spazi dove mangiare all’aperto di certo non mancano nei migliori ristoranti degli stabilimenti balneari che nella stagione calda attrezzano verande e patio in riva al mare per offrire il massimo comfort ed accoglienza ai propri ospiti.

Cosa mangiare di buono il Primo Maggio?

Se non volete rinunciare alla tradizione romana, non potrete fare a meno di assaggiare il classico connubio “fave e pecorino”. Ma in realtà la cucina romanesca valorizza la fava in numerose ricette tradizionali quali la vignarola (fave, piselli, carciofi e altre verdure di stagione) alla favata (fave secche, salsiccia e finocchio selvatico).
Le fave rientrano nella famiglia delle leguminose e il consiglio di consumarle arriva anche dai nutrizionisti che ne esaltano le proprietà quali la ricchezza in proteine, fibre, vitamine e Sali minerali.
Questo prezioso e versatile ingrediente è legato a questo periodo dell’anno per stagionalità ed è presente nelle nostre cucine in molteplici gustosi abbinamenti per piatti caldi e freddi. I nostri chef la propongono in questo momento in molti piatti del giorno come contorno ma anche come portata principale per ricette vegetariane.

Scegliere sarà solo una questione di gusti: all'interno delle nostre pagine dedicate troverete tutte le informazioni su come arrivare e contattare ristoranti, locali e spiagge.

Letto 2229 volte
Powered by Tun2U Digital Agency - Copyright - Tun2U S.r.l. Via Caterina Fieschi, 8 00151 Roma - P.I. 13017881007 REA: RM1418006