Seguici anche su Facebook...

Lunedì, 30 Gennaio 2017 09:54

La Birra: vitamine e non solo

La birra è una bevanda amata ma tantissime persone in tutto il mondo con origini e una storia che risale all’antichità. Il termine birra deriva dal tedesco BIER, ma in molte lingue del mondo i modi per indicare questa bavanda solo molto simili. Ad esempio nella lingua inglese la parola che viene usata è BEER anche se in realtà nella lingua anglosassone, c’è un altro modo, meno conosciuto, per chiamarla ovvero ALE, che veniva utilizzato in passato per indicare le birre senza luppolo.

La birra è una delle bevande più antiche prodotte dall'uomo, presumibilmente risale al settimo millennio a.C: la prima testimonianza nota è datata intorno al 3500-3100 a.C in Mesopotamia ma è verosimile che questa bevanda sia stata scoperta nelle diverse parti del mondo in modo indipendente. Le prime testimonianze però arrivano dai Sumeri in cui esistevano già i birrifici, in particolare vi erano due principali tipi di birra prodotti, una birra di orzo molto simile al pane e una che derivava dal farro. Da allora gli uomini non hanno più smesso di produrre e bere birra, fino a quando, durante la rivoluzione industriale, essa non venne più fatta in casa ma iniziò ad essere prodotta su larga scala. La birra ha diverse proprietà che possono essere benefiche al nostro organismo, ovvimanete essendo una bevanda alcolica è bene consumarla con moderazione.

Gli effetti positivi della birra sono quelli di ridurre il rischio di incorrere negli attacchi cardiaci, nell’ipertensione arteriosa, nei problemi vascolari e nel diabete. Inoltre sembra che possa aiutare la diuresi oltre ad essere un ottimo antiossidante. E’ una bevanda che deriva dai cereali, apporta sicuramente calorie e carboidrati ma non grassi. E’ molto ricca in Sali minerali e in vitamine, in particolare quelle del gruppo B che garantiscono l’equilibrio nervoso, aiutano la digestione e intervengono nel metabolismo. La birra è ricca inoltre di potassio e magnesio e contiene silicio, che interviene nella formazione dei tessuti connettivi.

Il luppolo inoltre, presente nella birra, contiene xantumolo, una sostanza che sembrerebbe essere utile ad ostacolare la proliferazione di alcune cellule tumorali. Inoltre favorisce l’aumento del colesterolo “buono” e aiuta le donne in menopausa ad aumentare i livelli di estrogeni. Articolo scritto da Ginaluca di https://www.kitbirra.it/

Letto 698 volte
Powered by Tun2U Digital Agency - Copyright - Tun2U S.r.l. Via Caterina Fieschi, 8 00151 Roma - P.I. 13017881007 REA: RM1418006