Seguici anche su Facebook...

Martedì, 28 Maggio 2013 16:19

Mangiare all'aperto: mare o campagna? ristorante o agriturismo?

E’ vero il caldo estivo tipico delle giornate del Maggio romano si sta facendo un pò desiderare, ma vogliamo festeggiare l’arrivo di giugno con una delle tradizioni che meglio caratterizzano questo periodo, rivisitata in tema moderno: dal pranzo fuori al brunch all’aperto.
Fiumicino e le città che fanno parte di questo grande comune, offrono innumerevoli e diversificate possibilità per godere appieno di questa primavera inoltrata; terrazze, dehors, giardini, cortili, verande sono solo alcune delle tipologie che i tanti ristoranti, osterie, pub e pizzerie del nostro territorio mettono a disposizione dei propri clienti.
La stagione estiva è alle porte e le decine di strutture balneari e agriturismo in zona sono pronti ad accogliere nel migliore dei modi i propri ospiti. Tante le novità e le strutture rinnovate nei loro arredi e design: da scoprire una dopo l’altra!
Se l’aperitivo, soprattutto in questa stagione, è probabilmente uno degli eventi di matrice internazionale “acquisiti” in Italia tra i più conosciuti ed attesi, il brunch sta rapidamente prendendo piede fino a diventare in moltissime occasioni un vero e proprio sostituto del più tradizionale e notrano pranzo domenicale.

Brunch domenicale di successo: un esperto spiega come organizzarlo

Il Brunch è una tradizione che nasce negli Stati Uniti e risale a circa duecento anni fa; successivamente si è estesa anche al Nord America e alla Gran Bretagna; in Italia, nonstante il numero crescnete di ristoranti e aperibar che lo iniziano a servire, si parla ancora di novità ed è legato principalmente alla domenica. La parola “brunch“ deriva dalla crasi di breakfast e lunch.

Si tratta di un pasto molto informale, spesso a buffet, che si consuma in tarda mattinata tra le 11.00 e le 12.30; nella maggior parte dei casi si prolunga fino alle 14.00 andando completamente a sovrapporsi all’orario del pranzo. Durante un brunch si potranno assaporare molti elementi della english breakfast, con l’aggiunta di torte e dolci come i muffin e i cupcakes. Se nella versione originale non è infrequente trovare anche arrosti di carne e pesce affumicato (in Nord America, ad esempio, il salmone non manca mai), in Italia la qualità e varietà degli elementi è stata rivisitata secondo la nostra tradizione culinaria e gusto.

Per scoprire quali tra le strutture ristorative di Fiumicino allestisce il proprio brunch, vi consigliamo di consultare il motore di ricerca di questo sito da cui potrete accedere alle schede dei singoli ristoranti e contattarli direttamente per prenotare o avere maggiori informazioni.

Cosa ci possiamo aspettare di trovare ad un brunch domenicale organizzato? Lo abbiamo chiesto ad un nostro ristoratore che tutte le settimane ne prepara uno davvero delizioso. “L’idea - dice - è offrire ai nostri clienti un modo piuttosto informale per mangiare insieme. In realtà è una colazione molto abbondante che diventa aperitivo e pranzo con il trascorrere del tempo. Noi proponiamo sempre un’ampia varietà di piatti dolci e salati serviti su una tavola decorata semplicemente, con fiori freschi o piantine odorose; niente porcellane raffinate ma sempre una gran cura nella presentazione. Un’idea divertente che ci è venuta in mente è quella di apparecchiare la tavola o, comunque mettere sempre a disposizione dei nostri ospiti, con una mug a persona per il caffè, oltre ai classici bicchieri”.

Brunch "fai da te", miniguida per non sbagliare e fare bella figura

Quante volte ci è capitato di voler organizzare un bel brunch domenicale nel giardino di casa o in terrazzo, ma non sapete da dove iniziare? Il Brunch ci dà la possibilità di invitare tante persone in un ambiente informale e si presta anche al classico e familiare “ognuno porta qualcosa”.

Allestimento:

  • Organizza un buffet e disponi i cibi su un unico tavolo dal quale ognuno potrà servirsi a proprio piacimento. Su un tavolo a parte disponi tutte le bevande e i bicchieri.
  • Ai due lati opposti si dispongono piatti, posate e tovaglioli in quantità (se sceglierai di utilizzarli in plastica abbi cura che siano biodegradabili e carta), in modo che ciascuno possa accedervi liberamente.
  • Prepara con cura il tavolo con una tovaglia semplice e decorazioni di fiori freschi, piccole piantine o, se sei particolarmente artistico, piccole sculture di frutta o verdura intagliata.
  • Il brunch prevede un assortimento di piatti che deve coprire sia la colazione che il pranzo. Dunque dovranno essere presenti sia piatti dolci che salati e frutta fresca e secca.
  • Per portare a tavola le pietanze utilizzate ciotole ampie, vassoi, piatti larghi. Un modo carino per coinvolgere i vostri amici è quello di aggiungere delle piccole etichette, scritte a mano, con i nomi delle pietanze o gli ingredienti per facilitare la scelta.

Scelta dei piatti:

Il primo aspetto fondamentale da tenere in considerazione per la scelta del menu è quella di proporre sempre piatti che siano facilmente mangiabili anche senza posate o in piedi, che si conservino per diverse ore fuori dal frigorifero e che non abbiano bisogno di essere riscaldati.
Da evitare, quindi, minestre o pietanze da tagliare con il coltello o che abbiano sughi ricchi.

Ecco alcuni suggerimenti:

  • Insalate di pasta o di altri cereali;
  • Muffin dolci e salati;
  • Frittate (quiche, rotoli, con le erbe, con la verdura, con il prosciutto)
  • Torte salate (con pasta di pizza o pasta sfoglia);
  • Insalate e piatti di verdura assortiti
  • Salumi e formaggi
  • Torte assortite ma semplici (ciambelloni, crostate, dolci freddi, etc)
  • Frutta fresca di stagione.

Per il resto liberate la vostra fantasia e...buon appetito!

Letto 3134 volte
Powered by Tun2U Digital Agency - Copyright - Tun2U S.r.l. Via Caterina Fieschi, 8 00151 Roma - P.I. 13017881007 REA: RM1418006