HomeLifestyleNewsCome accendere il barbecue in modo corretto e veloce

Come accendere il barbecue in modo corretto e veloce

Il barbecue è ormai divenuto un accessorio irrinunciabile all’interno del panorama delle abitudini culinarie degli italiani, anche se in molti non sanno come accendere il barbecue in modo corretto.

I fatti parlano chiaro: le vendite di questo ormai amatissimo strumento di cottura sono aumentate esponenzialmente nel corso degli ultimi due anni, tanto che i dati di mercato riportano una incredibile crescita con picchi medi intorno al 15% a partire dai primi mesi del 2020.

Barbecue: aumento delle vendite negli ultimi anni

La pandemia di Covid-19 ha sicuramente dato una grande spinta in questo senso, per ovvie motivazioni: la vita in lockdown, il maggior impiego dei propri giardini e balconi insieme alla successiva necessità di dover optare per spazi più ampi e all’aperto sono tutti fattori che ci hanno accompagnato nella naturale scelta su quale barbecue comprare come soluzione logistica ideale di fronte all’esigenza sociale tutta nostrana di riunirci in un contesto culinario senza comunque scontrarci con gli obblighi sanitari, prima di quarantena e poi di distanziamento, scelte ricadute su barbecue classici, per arrosticini o il nuovo LotusGrill.

Abbiamo però scoperto che la cottura tramite barbecue non è da prendere sottomano; non si tratta semplicemente di accendere un fuoco per cuocere del cibo, ma di farlo anche e soprattutto in maniera smart.

Il barbecue prevede effettivamente dei tempi di cottura piuttosto lunghi; il concetto è che la carne non debba cuocersi infatti a contatto con la fiamma, ma indirettamente e lentamente tramite il calore del fumo.

Una scelta sicuramente a vantaggio della salute e perfetta per chi voglia raggiungere risultati succosi e gustosi, ma che richiede spesso una buona dose di pazienza.

La chiave per risparmiare tempo, allora, sta nella fase di accensione del barbecue, da effettuare nella maniera più efficace possibile.

Dopo aver adeguatamente pulito la base del barbecue, un elemento da non dimenticare per una brace sia veloce che duratura è l’ossigeno; importantissimo dunque ricordarsi di aprire subito le prese d’aria nella parte inferiore del barbecue per permettere il passaggio dell’ossigeno, così da attivare e mantenere viva la fiamma per tutto il tempo necessario, ossia fino a quando la brace abbia raggiunto un bel colore rosso vivo.

Come accendere il barbecue: la scelta del combustibile

La questione essenziale rimane, comunque, quella della scelta della fonte di alimentazione.

Le opzioni sono varie: la legna è una soluzione sicuramente naturale e da prediligere per un risultato più aromatico mentre i bricchetti, che sono composti di carbone in polvere compresso, bruciano molto lentamente e rappresentano dunque l’ideale in caso, ad esempio, di quei tagli di carne per i quali la cottura lenta è una scelta obbligata.

Entrambe queste alternative richiedono comunque un tempo di preparazione di almeno 60 minuti; per chi vuole velocizzare il processo è sicuramente di aiuto utilizzare la carbonella che, soprattutto col supporto di alcuni pezzi di cartone, permette alla brace di essere pronta più rapidamente, seppur mantenendo il calore meno a lungo rispetto ai bricchetti.

Qualsiasi sia l’alimentazione che si voglia usare, un segreto per velocizzare il processo di preparazione è disporla in una forma piramidale, che permette al calore di muoversi ed espandersi in modo più uniforme e celere; la brace potrà così essere potenzialmente pronta già in 40 minuti (basterà poi stenderla su tutto il piano del barbecue per far sì che il calore raggiunga tutta la superficie di cottura).

Per i neofiti più impazienti esiste anche la diavolina che contribuisce sicuramente ad un’accensione più immediata del barbecue, seppur sia consigliabile usarla solo se provvista di certificazione ecologica ed in un piccolo quantativo, utile solo per il semplice momento di avviamento iniziale.

Il segreto per eccellenza rimane comunque considerare l’attesa dell’accensione del barbecue come parte integrante del suo processo: una buona chiacchierata in compagnia, un buon calice di vino o un fresco bicchiere di birra sono tutti gli ingredienti per rendere l’attensa piacevole ed un vero e proprio momento sociale, in perfetto stile italiano.

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Advertisment -
RistorantiFiumicino
ULTIMI ARTICOLI